Una delle principali funzioni dell’epidermide è quella di creare una barriera tra l’ambiente interno e l’ambiente esterno, proteggendoci dalla disidratazione. Il nostro corpo è composto prevalentemente da acqua (55-65% in relazione all’età), cioè circa 42 kg in un uomo di 70 kg in buona forma fisica.

Per la sopravvivenza dell’individuo, data la vitale importanza dell’acqua corporea, è fondamentale che il contenuto idrico sia mantenuto costante e la pelle ha una funzione importante nel contrastare una eccessiva dispersione dell’acqua corporea nell’ambiente. Nonostante ciò, una discreta quantità di acqua corporea viene quotidianamente eliminata attraverso la cute per vari motivi sia per regolare la temperatura corporea sia per mantenere la cute sana ed idratata. Tale fenomeno è chiamato traspirazione insensibile o perspiratio insensibilis, insensibile perché non ce ne accorgiamo.

La perspiratio insensibilis (nota anche come TEWL, Trans Epidermal Water Loss ovvero perdita di acqua transcutanea) è inodore, impercettibile, indipendente dal grado di attività fisica che si sta svolgendo. È grazie anche a questa quota di liquido che la nostra cute mantiene un giusto grado di idratazione e quindi le sue caratteristiche di morbidezza ed elasticità. A differenza del sudore vero, la componente liquida della perspiratio insensibilis è rappresentata solo da goccioline microscopiche d’acqua, entro le quali ci sono sostanze di ogni genere e che, una volta affiorati sulla superficie dell’epidermide, evaporano a contatto con l’aria. La perdita idrica cutanea non va confusa con il sudore, poiché, mentre la perspiratio insensibilis è passiva, la sudorazione è una secrezione ghiandolare attiva che richiede una certa spesa energetica.

In condizioni normali, le perdite idriche legate alla perspiratio insensibilis ammontano a circa 380-500 ml al giorno.

Quindi, anche se non ce ne rendiamo conto, perdiamo acqua attraverso la pelle costantemente, un motivo in più per sottolineare, ancora una volta, l’importanza di un’adeguata assunzione di liquidi con la dieta.

Perchè il fenomeno della perspiratio insensibilis è così importante quando parliamo di cosmesi?

Perchè la maggior parte delle creme in commercio a base di ingredienti ed oli sintetici sfrutta a proprio vantaggio questo fenomeno fisiologico della nostra pelle. Le creme tradizionali, proprio grazie alla proprietà occlusiva degli oli sintetici (come la paraffina), non fanno altro che trattenere, anzichè far disperdere nell’ambiente e nell’aria, quella piccola quota d’acqua che perdiamo attraverso la perspiratio insensibilis. Ed ecco che crediamo che sia la crema ad avere proprietà idratanti, mentre idrata sfruttando l’acqua che evapora dalla nostra pelle.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*